12 tendenze del video marketing per il 2024 in sintesi

Rubina
5 months ago・7 min read

Nel 2024, il marketing video continua a evolversi, adattandosi ai nostri tempi di attenzione sempre più ridotti e all'aumento dei contenuti di breve durata. L'appetito per i contenuti video è ai massimi storici: il 91% dei consumatori vuole vedere più contenuti video online da parte dei brand(Wyzowl, 2023). Aumentano anche le aspettative di contenuti accessibili a tutti. Le persone si aspettano contenuti concisi, coinvolgenti e ricchi di valore fin dall'inizio. Continuate a leggere la nostra opinione sulle tendenze video di quest'anno...

1. I video di breve durata restano dominanti

I video di breve durata, in genere inferiori ai 60 secondi, continuano a dominare il mondo digitale. Questo formato è ideale per i brand, che possono creare contenuti fulminei e in grado di attirare l'attenzione. Non si tratta solo di creare video, ma di raccontare una storia che risuoni in pochi secondi. L'ascesa degli smartphone come nuovi studi di registrazione e l'uso di app di editing sottolineano la necessità di autenticità e spontaneità nel video marketing.

2. Le persone guardano ancora i video in sordina

A livello globale, il 75% delle persone guarda spesso i video su cellulare con l'audio disattivato. In Cina, l'86% degli spettatori di video di breve durata guarda i video con l'audio disattivato. Il 56% dei giapponesi guarda i video con l'audio disattivato. Il 63% degli utenti internet indiani guarda i video con l'audio disattivato. I sottotitoli possono aumentare dell'80% il tasso di visualizzazione di un video online. È fondamentale utilizzare sottotitoli o didascalie in modo che il video sia sempre accessibile.

3. Leadership di pensiero: Stabilire l'autorità

I video sono diventati un mezzo potente per mostrare le competenze del settore. Creando serie, interviste e webinar, le aziende possono affermarsi come leader di pensiero. Questa strategia non solo attira i clienti ideali, ma posiziona l'azienda come risorsa credibile e affidabile nel suo settore.

4. Narrazione guidata dai dati: Combinare intuizioni e impatto

Lo storytelling guidato dai dati nel video marketing comunica efficacemente le proposte di valore. Integrando statistiche, grafici e immagini, questi video si rivolgono a un pubblico B2B esperto di dati, senza lasciare dubbi sui vantaggi offerti, aumentando così il ROI e la credibilità.

5. La difesa dei dipendenti: Umanizzare i marchi

Mettendo in risalto il lato umano dell'azienda, l'advocacy dei dipendenti attraverso i video rafforza la fiducia e la relazionalità. Le testimonianze dei dipendenti e gli scorci dietro le quinte offrono un tocco personale che distingue un marchio dalla concorrenza.

6. Aumento del desiderio di contenuti accessibili

La crescente domanda di contenuti accessibili può essere attribuita alla convergenza di diversi fattori chiave. C'è una crescente consapevolezza dei diritti dei disabili, che evidenzia l'importanza dell'inclusività in tutti gli ambiti, compresi i contenuti digitali. Le aziende riconoscono sempre più la loro responsabilità sociale, garantendo che i loro contenuti siano accessibili a tutti. I progressi tecnologici hanno semplificato il processo di sottotitolazione, rendendo più che mai fattibile la fornitura di contenuti accessibili. Inoltre, la maggior parte delle piattaforme è ora dotata di funzioni di accessibilità, rendendo più facile soddisfare le diverse esigenze. Anche l'invecchiamento della popolazione mondiale è un fattore che contribuisce all'aumento del tasso di perdita dell'udito, che richiede contenuti più accessibili. Inoltre, la presenza di un pubblico multilingue ha sottolineato la necessità di contenuti che superino le barriere linguistiche. In risposta a queste tendenze, l'adesione alle linee guida sul formato dell'Americans with Disabilities Act (ADA) non è solo una best practice, ma una necessità per garantire che i video siano piacevoli e accessibili a tutti.

7. Video verticale: Adattarsi al consumo mobile-first

L'ascesa del video verticale è una risposta al mondo mobile-first. Le piattaforme ottimizzate per la visualizzazione mobile favoriscono i formati verticali, richiedendo ai creatori di contenuti di adattare le loro strategie di narrazione e composizione visiva. Ciò include la comprensione delle sfumature dell'inquadratura verticale, la garanzia di un audio chiaro e la creazione di contenuti concisi e coinvolgenti per gli utenti mobili.

8. Microcontenuti iper-targettizzati: Personalizzazione per l'impatto

Sono finiti i tempi dei contenuti generici. Nel 2024, il video marketing B2B risplende grazie a micro-contenuti iper-targettizzati. Ogni video, che si tratti di un explainer, di un case study o di una demo, è realizzato per rispondere alle esigenze uniche e ai punti dolenti di diverse buyer personas. Questo approccio crea risonanza, fiducia e stimola le conversioni parlando direttamente a ogni segmento del vostro pubblico.

9. Coinvolgimento interattivo: Dagli spettatori ai clienti

Elementi interattivi come sondaggi, quiz e moduli integrati per l'acquisizione di lead trasformano i video da contenuti passivi in strumenti attivi di lead generation. Questo approccio mantiene gli spettatori impegnati, raccoglie dati preziosi e li guida lungo l'imbuto di vendita.

10. Contenuti generati dagli utenti: L'autenticità vince

I contenuti generati dagli utenti (UGC) stanno ridefinendo lo storytelling dei marchi. I contenuti autentici e relazionabili creati da utenti reali risuonano più profondamente con il pubblico rispetto alle campagne curate e professionali. I brand collaborano sempre più spesso con influencer e creatori ordinari per mostrare storie ed esperienze reali. Questo approccio non solo aumenta la credibilità, ma favorisce anche la comunità e la partecipazione organica.

11. Esperienze video interattive e immersive

Il 2024 vede anche un aumento delle esperienze video interattive e immersive. Tecnologie come la VR stanno trasformando il modo in cui il pubblico si confronta con i contenuti. Questo spostamento verso esperienze immersive permette agli spettatori di entrare nei video, offrendo un'esperienza più coinvolgente e memorabile. I brand sfruttano queste tecnologie per le dimostrazioni dei prodotti, i tour virtuali e lo storytelling interattivo, che non solo catturano gli spettatori, ma favoriscono anche una connessione più profonda con loro.

12. Streaming in diretta: Coinvolgimento in tempo reale

Lo streaming dal vivo è emerso come protagonista delle tendenze video. Piattaforme come Twitch e Instagram Live offrono un'esperienza interattiva che i media tradizionali non possono eguagliare. Questo formato è ideale per costruire comunità e promuovere connessioni in tempo reale. L'autenticità e il coinvolgimento degli spettatori sono fondamentali nel live streaming, dove gli spettatori apprezzano le personalità genuine e la spontaneità. Questa tendenza è particolarmente efficace per i tutorial, le sessioni di domande e risposte e la costruzione della fedeltà al marchio attraverso l'interazione diretta.

Al di là di queste tendenze principali, il panorama video del 2024 è caratterizzato anche dall'ascesa dei micro-influencer e dall'integrazione dell'intelligenza artificiale nella produzione video. Questi elementi contribuiscono a creare un ambiente di marketing video diversificato, inclusivo ed efficiente.

I marketer B2B dovrebbero anche considerare:

  • Utilizzo dei video di LinkedIn: Sfruttate le funzionalità video native di LinkedIn per ampliare la portata e la generazione di contatti. Condividete frammenti coinvolgenti, ospitate sessioni di domande e risposte in diretta e presentate contenuti di leadership di pensiero per entrare in contatto diretto con i principali decision maker.
  • Riproposizione dei contenuti: Massimizzate il valore dei vostri contenuti video riproponendoli su varie piattaforme. Trasformate gli snippet video in teaser per i social media, trascrivete le interviste per i post dei blog e create segmenti di podcast per sfruttare ogni video in più forme.
  • Video marketing integrato: Armonizzate i contenuti video con la vostra strategia generale di marketing B2B. Utilizzate gli annunci pre-roll nei webinar per condurre gli spettatori ai video pertinenti e inserite le demo dei prodotti nelle campagne e-mail mirate per un approccio di marketing coeso.
  • Personalizzazione avanzata: Estendere la personalizzazione oltre il video stesso. Sviluppate landing page e CTA che riflettano il percorso dello spettatore dopo il video. Allineate il tono, le immagini e le parole al messaggio del video per un'esperienza più personalizzata e coinvolgente.

Queste ulteriori tendenze sottolineano la natura dinamica del video marketing B2B. Abbracciate la sperimentazione, l'innovazione e il monitoraggio continuo per adattare e perfezionare le vostre strategie. Utilizzate questi spunti come punto di partenza per accendere la vostra creatività e il vostro pensiero strategico, con l'obiettivo di catturare il vostro pubblico e ottenere un maggiore successo di marketing.